Ti hanno mai preso per il cervello? Le scorciatoie mentali…

La sempre crescente diffusione dei tagliandi di sconto ha, nel tempo, prodotto in noi dei comportamenti automatici.
Cosa ci aspettiamo da essi? Perché ne facciamo ricorso senza considerarne veramente il vantaggio?
Il prezzo da solo è diventato un sinonimo di qualità; basta solo il prezzo per mettere in moto i nostri automatismi appresi durante l’arco della nostra esistenza. A darci una mano ci vengono incontro tanti detti: “Poco paghi, poco hai”, “Se vuoi spendere di meno, spendi di più”, ecc.
Dagli sconti noi ci aspettiamo che ci rendano un doppio servigio:
  1. ci fanno risparmiare soldi;
  2. ci fanno risparmiare tempo e energia mentale,

Ecco i motivi per cui adoperiamo queste scorciatoie mentali: cerchiamo un risparmio economico, ma cosa più importante e per noi pericolosa, cerchiamo un risparmio cerebrale
Può sembrare strano il fatto che ricorriamo così spesso a queste scorciatoie mentali ma che non ne siamo coscienti. Pensiamo di fare sempre una scelta ponderata e razionale, invece siamo vittime del nostro cervello. 

Chi conosce questi meccanismi sa come azionarli e come farci agire in base al loro tornaconto. 

Possiamo disinnescare questi processi mentali automatici? La risposta è si e se ti interessa leggi il mio libro “Aikido Mentale“, una tecnica da me ideata per fronteggiare i manipolatori e imparare a gestire le emozioni. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *