Trova la tua strada…

Arriverà un giorno in cui dovremmo pur decidere. Abbiamo rimandato, abbiamo tergiversato, ma la vita ci ha di nuovo portati davanti a quel bivio.
Arrivati a quel famoso bivio dobbiamo necessariamente prendere una strada; è un momento che arriva per tutti:  giovani e anziani, poveri e ricchi, donne e uomini, laureati e non, lavoratori dipendenti e imprenditori.
Una è quella verso la mediocrità, ben larga e sempre scorrevole, l’altra è quella verso l’eccellenza, stretta e poco praticata.
Ognuna di esse offre infinite possibilità, nuovi incroci, marce indietro, nuove opportunità, piazzole di sosta, montagne da scalare e praterie da attraversare. Ma tra le due strade vi è una differenza enorme, come il bianco ed il nero. 
La strada che porta alla mediocrità limita il potenziale umano. Chi la percorre ha un approccio alla vita superficiale, viene travolto dalla mollezza, dalla scarsità, dal confronto, dalla competizione e dal vittimismo. Non riesce mai ad essere realmente incisivo sulle cose perché non ha determinazione.
La strada che porta all’eccellenza espande il potenziale umano, è un percorso che da dentro va verso l’esterno, sanno elaborare i condizionamenti culturali negativi, creano il loro destino: in una parola trovano la loro vera mission, la loro via, il loro perché. Fanno anche una cosa ancora più importante: aiutano gli altri a trovare la loro strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *